news
INVESTIRE NEL VERDE PUBBLICO PER AFFRONTARE I CAMBIAMENTI CLIMATICI: UNA PRIORITÀ PER L’ITALIA
17/4/2024

INVESTIRE NEL VERDE PUBBLICO PER AFFRONTARE I CAMBIAMENTI CLIMATICI: UNA PRIORITÀ PER L’ITALIA

Iniziativa promossa da Regione Lombardia, Kèpos, Confagricoltura e Assoverde 

 

Gli alberi costituiscono la ‘prima linea di difesa’ dal cambiamento climatico in atto. La vegetazione urbana gioca un ruolo cruciale nel contrastarne gli effetti, a partire dalle città, oltre a contribuire a migliorare la qualità dell’aria, ridurre le temperature e aumentare la biodiversità. Se ne parla oggi al Belvedere Jannacci di Palazzo Pirelli, a Milano, nel convegno “Alberi e città: prove di resilienza”, organizzato da Regione Lombardia, con Kèpos, Assoverde e Confagricoltura, in collaborazione con il CREA.

 

“Noi come Regione Lombardia siamo da sempre attivi nella difesa e valorizzazione del verde, non solo per l’importanza che le alberature ricoprono nella lotta al cambiamento climatico, ma anche perché sono elemento critico per il miglioramento del paesaggio. È estremamente incoraggiante – ha affermato l’assessore regionale al Territorio e Sistemi Verdi, Gianluca Comazzi - vedere l’impegno concreto che Kèpos sta attuando nella promozione di una cultura del verde sana e nell’adozione di pratiche sostenibili nell’ambiente urbano. Spesso sottovalutiamo l’importanza della progettazione di questo tipo di interventi nelle nostre città. Che sia un parco o un singolo albero, quando si progetta un nuovo spazio o la rigenerazione di un’area già esistente è necessario trovare la giusta collocazione per il verde, che deve essere accessibile in maniera semplice e diretta”.

 

“È fondamentale – ha sottolineato Francesco Maccazzola, presidente di Kèpos-Libro Bianco del Verde – sviluppare un’attenzione verso la cura di alberi e piante. Con Confagricoltura e Assoverde abbiamo creato quest’associazione di Promozione Sociale e senza scopo di lucro, che ho l’onore di presiedere, proprio per promuovere un cambiamento nel ‘sentire’ del verde, riconoscendo che è elemento essenziale da inserire nei piani regolatori delle città attraverso progetti ed interventi, metodologie e strumenti messi in campo da professionisti qualificati, passando per la promozione di percorsi di formazione specialistica nelle scuole, per creare figure sempre più preparate, a partire dai primi anni della scuola.”

 

“I cambiamenti climatici in corso sono, sia per le città che per le campagne, la sfida più urgente che le nostre comunità dovranno affrontare nei prossimi anni. In questa direzione, Regione Lombardia e il mio assessorato appoggiano questo importante focus, auspicando che una ricerca puntuale e pragmatica su quanto accaduto e sta accadendo nella nostra regione possa essere il giusto viatico per trovare, con un approccio multidisciplinare, risposte che potranno indirizzare i nostri vivai nella programmazione delle produzioni e nella corretta selezione delle specie e cultivar migliori e più resilienti per le nostre città e campagne. Così facendo, saremo anche in grado di fornire gli input più innovativi per la gestione, pianificazione e progettazione del verde urbano”. Lo ha dichiarato Alessandro Beduschi, assessore ragionale agricoltura regione Lombardia.