news
Vino contraffatto, Confagricoltura: “Rischio danni incalcolabili, mai abbassare la guardia”
21.12.2016

Vino contraffatto, Confagricoltura: “Rischio danni incalcolabili, mai abbassare la guardia”

Firenze, 21 dicembre 2016 -  “Il vino adulterato spacciato per pregiato Doc e Docg poteva provocare un danno incalcolabile alle tantissime aziende del territorio che con professionalità lavorano ogni giorno per offrire sui mercati nazionali e internazionali prodotti di qualità. Solo grazie all’azione congiunta della magistratura, delle forze dell’ordine e dei produttori onesti si è riusciti a smantellare questa associazione a delinquere”. 

Francesco Colpizzi, presidente della federazione vitivinicola di Confagricoltura Toscana commenta così l’operazione “Bacco” che, con tre arresti e sette indagati tra Firenze e Salerno, ha dato un duro colpo a chi voleva immettere sul mercato vino contraffatto.

“Il vino è uno dei prodotti più importanti per la nostra economia e per tale motivo va tutelato e valorizzato, così come va protetto quel tessuto produttivo che contribuisce a rendere unica la nostra regione. Non dobbiamo mai abbassare la guardia, ne va dell’immagine stessa della Toscana nel mondo”.