news
LE AZIENDE DI CONFAGRICOLTURA PISTOIA VISITATE DA GIANSANTI E POSTORINO
6/10/2019

LE AZIENDE DI CONFAGRICOLTURA PISTOIA VISITATE DA GIANSANTI E POSTORINO

L'incontro sull'agricoltura innovativa è stato preceduto da una visita del presidente di Confagricoltura nazionale Massimiliano Giansanti e del direttore generale Francesco Postorino nel corso della mattinata a 4 aziende associate a Confagricoltura Pistoia, che costituiscono delle vere eccellenze e rappresentano al meglio l’#agricoltura pistoiese: tre #vivai della piana e un’azienda #vinicola con sede centrale nelle colline del Montalbano.
In ordine cronologico, i vertici di Confagricoltura hanno visitato prima Innocenti & Mangoni Piante, azienda innovativa che produce 2 milioni di piante ornamentali di circa 1500 varietà e tipologie su 300 ettari, con cicli produttivi da 3 a 7 anni (che diventano 20 anni per le nuove cultivar) esportando il 95% della produzione.
Poi è stata la volta delle Cantine Bonacchi, con sede centrale nella parte collinare di #Quarrata: 3 milioni di bottiglie (tra i 2,9 e i 3,2 milioni) prodotte ogni anno su circa 90 ettari se si considerano, oltre ai 40 ettari di #Chianti Montalbano, i siti produttivi a Montalcino e a Castelnuovo Berardenga. Questa azienda ha una densità di viti che supera i 5.000 ceppi per ettaro e dispone di modernissimi impianti di vinificazione e imbottigliamento, destinando la produzione soprattutto ai supermercati italiani e agli importatori esteri.
La terza tappa è stata all’azienda leader del Distretto Rurale Vivaistico-Ornamentale della Provincia di Pistoia Vannucci Piante: azienda che ha tra i punti di forza la capacità di diversificare l’offerta a seconda del cliente e del paese di riferimento, poiché non ci sono procedure standard nella cura del dettaglio. Con i suoi 560 ettari traina il mercato del 40% delle aziende vivaistiche locali, dando occupazione a più di 400 persone. In catalogo oltre 3000 varietà e tipologie di piante. La voce export, verso 60 paesi, vale il 98% del fatturato.
Infine, dopo l’incontro, Giansanti e Postorino hanno visitato l’azienda Mati 1909, che ha come titolari Francesco Mati, il presidente del Distretto vivaistico ornamentale di Pistoia, e i suoi fratelli, e il cui padre Miro è stato recentemente premiato alla Serata del Vivaismo 2019. I vivai di Mati sono tra i più attivi nel ricercare modelli aziendali contemporanei e sostenibili e recentemente hanno fatto misurare il proprio impatto ambientale, con il bilancio C02 risultato nettamente positivo (più anidride carbonica sequestrata di quella generata dai processi produttivi) grazie alle piante da esterno (dato che, secondo le proiezioni del #Cesaf, vale per tutto il distretto). Importante anche l’attività di progettazione di spazi verdi.