news
Costituita a Belluno la rete d'impresa "D&D" nel settore vitivinicolo
15/10/2019

Costituita a Belluno la rete d'impresa "D&D" nel settore vitivinicolo

È stata costituita a Belluno, con il supporto degli uffici della sede nazionale di Confagricoltura, la rete di impresa “D&D” tra imprese operanti nel settore vitivinicolo, che consente di ottimizzare le risorse, garantendo e migliorando i servizi ma riducendo i costi. Una gestione in forma congiunta tra le imprese partecipanti, che si prefiggono di cooperare attraverso l’integrazione delle proprie attività e specializzazioni maturate nel comparto vitivinicolo.
In contratto di rete prevede un accordo di cooperazione tra le singole imprese, dove si opera attraverso l’Organo comune, nel rispetto delle regole stabilite nel mandato. Questa nuova formula di accordo tra imprese consente, pur mantenendo la propria indipendenza, autonomia e specialità, di realizzare obiettivi condivisi, incrementando la capacità innovativa e la competitività sul mercato. 
Con la costituzione di questo accordo si sono già delineati una serie di obiettivi che “D&D” intende perseguire, innanzitutto, l’innovazione di prodotto, attraverso uno scambio di conoscenze, competenze e prestazioni di carattere tecnico e tecnologico inerenti sia la fase agronomica d’impianto e di coltivazione del vigneto che quella di lavorazione e trasformazione del prodotto. A ciò si aggiunge l’innovazione di processo al fine di introdurre nuove soluzioni impiantistiche per migliorare l’efficienza produttiva e ridurre i consumi. Tra le strategie comuni è prevista anche la partecipazione a progetti e bandi, come imprese partecipanti ad una “rete”, per l’accesso a contributi e finanziamenti agevolati.
Le reti di impresa rappresentano uno strumento giuridico di cooperazione fra imprese, che, attraverso la sottoscrizione di un contratto si impegnano reciprocamente a collaborare attraverso un programma comune e condiviso.
Il Centro Studi di Confagricoltura rileva, al 31 dicembre 2018, l’esistenza nel sistema di 5.135 reti di impresa stipulate ed un numero di 31.405 imprese partecipanti ad una rete di impresa (il 34% in più dell’anno precedente). Con questi numeri, il settore primario risulta essere quello in cui operano il maggior numero di imprese organizzate in rete (6.347 imprese pari al 18,5% del totale), seguita dal manifatturiero (5.557 imprese pari al 16,2%) e dal commercio (5.378 imprese pari al 15,7).  Le reti di imprese che risultano costituite in prevalenza da imprenditori agricoli si stimano in complessivi 674 (di cui, 654 reti contratto e 20 reti soggetto).
Nell’ultimo anno, a fronte di un incremento complessivo delle imprese “in rete” pari al 34,5%, il trend in agricoltura è decisamente maggiore, con un aumento delle imprese agricole coinvolte nel sistema delle reti d’imprese che raggiunge il 38%. Il trend di crescita delle reti di impresa nel settore agricolo dunque continua a crescere!